BALCONE AGGETTANTE: CHI PAGA? - Gianluca chiede:

"Buongiorno, abito al piano terra ed al mio appartamento è annesso un giardino di mio uso esclusivo, la palazzina si compone di n.5 piani più il lastrico solare sopra di esso che funge da copertura alla struttura dell'edificio e per cui degli appartamenti sottostanti. All'appartamento del quinto piano è annesso un balcone aggettante ad uso esclusivo della sola proprietà del suddetto piano, cui però la sua proiezione cade su una porzione del mio giardino, nessun altro balcone è presente nei piani inferiori. Poiché si deve provvedere al rifacimento degli intonaci, delle solette, dei cornicioni, dei frontalini ed infine del sottobalcone il tutto di esso, vorrei pertanto sapere come andrebbe suddivisa la spesa. L'attuale amministratore mi indica che poiché di tale balcone aggettante io ne usufruirei di un beneficio seppur parziale derivante dalla sua ombra e riparo dalla pioggia (sebbene nel giardino all'aperto) tali spese devono essere in misura dei 2/3 a carico mio. Grazie "

Risposta

PRIVATO O CONDOMINIALE 2 - Luca chiede:

"Nel mio stabile vi sono al piano interrato/garage i contatori dell'acqua potabile dei singoli appartamenti. Siccome da ogni contatore parte un tubo che fornisce acqua al singolo appartamento ma che passa all'interno della facciata condominiale, Vi chiedo cortesemente se tale tubazione è di proprietà condominiale o di proprietà esclusiva del condomino a cui arriva l'acqua. Ringrazio e saluto. "

Risposta

CANNA FUMARIA - Paolo chiede:

"Buonasera ecco il quesito: canna fumaria del camino che serve la colonna di quattro appartamenti. Tre non la usano. Vieni usata solo dal condomino dell'ultimo piano che chiede l'ispezione per rilevare ostruzioni o rotture. A chi competono le spese? Cordiali saluti, Paolo"

Risposta

CONDOMINIO e 5 per mille - Franco chiede:

"Buongiorno volevo sapere se è possibile versare il famoso 5 X mille del 730 mettendo il codice fiscale/p.i. del Condominio. Grazie"

Risposta

PRIVATO O CONDOMINIALE? - Giuliana chiede:

"Salve, Nel soffitto del bagno della signora che abita sotto di me,si nota una perdita di acqua.Me lo viene a raccontare ed io le rispondo di chiamare l'amministratore per avvertirlo del danno.Nel mio bagno non si vede bagnato quindi per me è tutto a posto visto che questo è successo 2 mesi fa. Stamane mi chiede cosa aspetto a chiamare l'idraulico per riparare il danno La mia domanda è: Ma non è l'amministratore che deve operare? Perchè devo essere io a chiamare l'idraulico di mia fiducia come dettomi, l'assicurazione e dirigere i lavori? Ma non paghiamo l'amministratore per questo? Vi ringrazio per la risposta e vi auguro buona serata Giuliana"

Risposta

AMMINISTRATORE DELLA COMUNIONE - Caterina chiede:

"In caso di Comunione, l'Amministratore può emettere fattura per le Sue competenze ai singoli proprietari? Così facendo nessuno è sostituto d'imposta e nessuno verserà la ritenuta d'acconto al professionista.. è legale? Grazie."

Risposta

E L'ASSEMBLEA? - Stefano chiede:

"PUO' UN AMMINISTRATORE FARE UNA ASSEMBLEA DOPO 10 ANNI."

Risposta

Cheti chiede:

"Prima domanda: vorrei sapere se è lecito e legittimo che il presidente dell'assemblea firmi il verbale subito dopo la fine della seduta, quindi non la versione definitiva che poi arriva a tutti i condomini, a volte il verbale è firmato "tutti i condomini" cioè quelli presenti all'assemblea, ma nessuno di questi è mai andato nello studio dell'amministratore per firmare il testo definitivo, il segretario è sempre l'amministratore. Seconda domanda: è lecito il voto di scambio in condominio? per esempio, l'ascensore non funziona e l'amministratore ignora le mie richieste, dopo sei mesi di inutili telefonate e mail una condomina vicinissima all'amministratore si offre di intercedere in cambio della mia delega per l'assemblea cui non partecipo, e poi miracolosamente dopo l'assemblea l'ascensore viene riparato. Cosa devo gridare urrà o qualcos'altro? Ultima domanda: nel luglio 2013 l'amministratore sfiduciato ma non sostituito ha partecipato a una riunione con alcuni condomini, le convocazioni non sono state comunicate a tutti i condomini, non esiste elenco dei partecipanti nè verbale, quindi non è una assemblea regolare. Tuttavia sono state prese decisioni perchè subito dopo sono iniziati piccoli lavoretti non necessari nè urgenti: è stato coperta la presa di mandata per i vigili del fuoco (idrante), cambiati i cartellini coi nomi sulle cassette postali e tagliate le siepi nei giardini di proprietà . Non in tutti i giardini, solo in quelli abbandonati a se stessi e quindi fastidiosi per il transito dei condomini. Ora l'amministratore ha addebitato il costo della potatura al condominio in barba al regolamento condominiale e alla mancanza di una delibera valida, il costo degli altri interventi è sconosciuto non c'è traccia nel consuntivo, ho chiesto spiegazioni, ma l'amministratore non risponde alle mie PEC, mi ignora volutamente per ragioni che è troppo lungo spiegare. Vorrei sapere se posso dichiararmi dissenziente attraverso una lettera o se devo per forza partecipare personalmente o per delega alla prossima assemblea. Poichè l'amministratore ha già pagato questi lavori ci sono poche possibilità che li restituisca quindi vorrei sapere come posso tutelarmi e cosa posso fare se l'assemblea decidesse di accettare la decisione dell'amministratore e soprassedere. Perchè tanto ormai..., e poi sono pochi soldi..., e poi è solo per una volta..., e poi tanto fanno sempre quello che vogliono loro. I soliti discorsi da condominio. Grazie per la risposta."

Risposta

RESIDUI ORGANICI, CHI PULISCE? - Annamaria chiede:

"In un condominio, alcuni proprietari chiedono di addebitare ai soli possessori di animali, le spese per la pulizia del tunnel garage dove spesso vengono rinvenuti escrementi di cani o gatti. Considerato che il tunnel dei garage rientra fra le parti comuni e che lo stesso non ha possibilità di chiusura dall'esterno, chiedo se è possibile procedere ad addebito delle spese "ad personam" senza avere la certezza di chi sia il proprietario degli animali che utilizzano il posto per i loro fabbisogni organici. Grazie"

Risposta

NULLE o ANNULLABILI? - Antonio chiede:

"La mia domanda: le decisioni prese dall'assemblea condominiale in contrasto con quanto prevede il codice civile sono valide o sono nulle? La ringrazio per la gentile risposta."

Risposta

INDIETRO 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 AVANTI