LA POLIZZA DEL FABBRICATO - Andrea chiede:

"Salve, Vi chiedo se l' amministratore dopo avermi dispensato dal pagamento della polizza globale fabbricato può successivamente deliberare che la stessa è obbligatoria ed imporla sul mio appartamento che è ovviamente proprietà privata. Non esula dalle sue attribuzioni e pure da quelle dell' assemblea ai sensi dell' art. 1130 che menziona solo le "parti comuni". Non siamo in presenza di nullità ?"

Risposta:

"Egregio Andrea,

chiariamo subito un equivoco. La polizza condominiale denominata Globale Fabbricati assicura il fabbricato nella sua interezza (parti comuni e private).

La polizza globale fabbricati è obbligatoria? NO, a meno che nell'atto costitutivo del condominio non ne sia stato previsto l'obbligo.
Nessuna disposizione di legge, solo una disposizione contrattuale, può obbligare la sottoscrizione di una polizza assicurativa da parte del condominio.
Non vi è traccia alcuna all’interno del codice civile italiano attualmente in vigore di accenni a norme inderogabili e tassative sulla stipula di contratti assicurativi per garantire lo stabile da danni causati e subiti dallo stesso.

L’assemblea può con la maggioranza del terzo comma dell'articolo 1136 del Codice civile deliberare la sottoscrizione della polizza condominiale. L'assicurazione non è infatti compresa fra le materie per le quali è prevista una maggioranza speciale, perché - a norma dell'articolo 1128 del Codice civile - l'assicurazione di uno stabile in condominio costituisce fatto di ordinaria amministrazione.

In questo ultimo caso (in caso di obbligo contrattuale nessuno può esentarla), solo l’assemblea potrebbe esonerala dal pagare la polizza. Rimane chiaro che in caso di sinistro Lei non avrebbe diritto ad alcun indennizzo.


Se ti è necessario un approfondimento o assistenza, contatta il professionista ANACI più vicino. Sicuramente otterrai un aiuto competente e risolutivo.

Sebastiano Barbassi
Domus Service - Cavallino Treporti"

< Indietro