MODIFICA TABELLA MILLESIMALE CONTRATTUALE - Francesco chiede:

"Poiché si vorrebbe rettificare le tabelle millesimali(utilizzate e applicate in modo costante da oltre venti anni) con delibera Assembleare per un presunto errore in un atto notarile di acquisto si chiede se l'Assemblea possa modificarle con la maggioranza qualificata o necessiti il consenso unanime perché sono disposizioni contrattuali(millesimi previsti nei rogiti)e sia per usucapione.Grazie "

Risposta:

"Gentile Francesco,
se la tabella millesimale è contenuta negli atti di acquisto, si possono verificare due casi:

1) parliamo della tabella millesimale di proprietà: questa necessita, per essere modificata, del consenso unanime dei condomini. Se l'unanimità non si raggiunge, gli interessati potranno rivolgersi al giudice, naturalmente dimostrando che l'errore esista veramente (presumibilmente il giudice nominerà un CTU per accertarlo)

2) se parliamo invece di una tabella millesimale di spesa (es. scale, ascensore ecc.), derivata dai millesimi di proprietà, che applichi un criterio di legge o di regolamento, l'errore matematico o di interpretazione (che deve sempre essere provato) può essere risolto con una modifica approvata a maggioranza dei pesenti che rappresentino almeno 500 millesimi.


Se ti è necessario un approfondimento o assistenza, contatta il professionista ANACI più vicino.
Sicuramente otterrai un aiuto competente e risolutivo.

Guido Bartolucci
www.espertoincondominio.it"

< Indietro